MIME-Version: 1.0 Content-Location: file:///C:/411E0239/2012_09_09.htm Content-Transfer-Encoding: quoted-printable Content-Type: text/html; charset="us-ascii"

 

 

 

COMUNICATO STA= MPA

 


 

MOVIMENTO NEOBORBONICO

“PARLAMENTO DELLE DUE SICILIE”

 

Sud fuori dall’Europa?

Prima la “par condicio” Sud/Nord ed i risarciment= i,

poi si vedrà.

 


 

Alla luce della proposta da parte della Lega Nord di un referendum popolare finalizzato alla costituzione di una macro-regione pada= na (in Europa e con l’euro) e di una macro-regione meridionale (fuori dall’Europa e dall’euro), il Movimento Neoborbonico e il “Parlamento delle Due Sicilie – Parlamento del Sud” hanno inviato a= lla Lega Nord una richiesta di adesione vincolata al referendum preannunciato da Maroni.

Se una nuova ipotetica macro-regione meridionale e un ipoteti= co ritorno all’antico e prestigioso “ducato” napoletano potrebbero essere finanche auspicabili e coerenti con un territo= rio unito per secoli nelle “D= ue Sicilie” (entità storicamente riconosciuta, a differen= za delle “padanie” mai esistite), non si può prescindere da= un risarcimento dei danni che il Sud ha subito a vantaggio del Nord in 151 ann= i di unificazione: dai famosi 43 milioni di lire sottratti nel 1860 alle banche = del Sud (sui 668 di tutte quelle italiane messe insieme) allo smantellamento de= lle fabbriche meridionali (in molte aree più numerose e più produttive di quelle del resto dell’Italia), dal massacro di centinai= a di migliaia di meridionali nelle guerre del cosiddetto “brigantaggioR= 21; alla partenza di milioni di meridionali nella tragedia ancora attuale della nostra emigrazione (con svantaggi anche economici quando a partire sono mil= ioni di giovani formati nei nostri territori e utilizzati altrove), dagli interv= enti straordinari destinati al Sud, ma con appalti e forniture affidati in gran parte dei casi ad aziende settentrionali, dai sessanta miliardi di euro spe= si nel Sud-colonia in merci e servizi settentrionali fino ai danni arrecati al nostro territorio con lo sversamento di rifiuti tossici da parte di aziende= del Centro-Nord, qualsiasi proposta leghista non può non passare per la creazione di una vera e corretta p= ar condicio Nord/Sud prima delle nuove eventuali macroregioni italiane.

&= nbsp;

Ufficio Stampa 347 8492762

www.neoborbonici.it

www.parlamentoduesicilie.it

&= nbsp;