MIME-Version: 1.0 Content-Location: file:///C:/411C0259/2012_05_19.htm Content-Transfer-Encoding: quoted-printable Content-Type: text/html; charset="us-ascii"

 

 

E’ LA LORO FINE

&= nbsp;

Chiunque può aver armato la mano dei criminali che oggi hanno seminato lutto e dolore a Brindisi, è da considerare una bestia infernale, un diabolico mostro dalle sembianze umane il cui fine è di colpire la gente, la vita, il futuro.

Non ci sono moventi politici o economici che riescano, seppur= in minima parte, a giustificare quanto di aberrante è stato fatto contro dei ragazzi inermi.

I più crudeli criminali che la storia dell’umanità ha conosciuto hanno mostrato la loro cieca feroci= a, sfogando una brutalità senza senso, nel momento della loro fine, poco prima di morire.

Conoscendo come vanno le cose in questo strano Paese, non sappiamo se si scoprirà mai chi è l’autore di quanto è accaduto a Brindisi, ma la cosa certa è che costoro stanno morendo soffocati da una presa di coscienza di un popolo sempre più consapevole ed in grado di individuare i veri colpevoli di quanto sta accad= endo in una società immiserita soprattutto nell’etica e nell’= amore per l’uomo.

&= nbsp;

Alessandro Romano

&nb= sp;